Quattro giorni da record per Etna Comics 2015, con 61000 presenze, 243 espositori e 137 ospiti provenienti da tre continenti.

Numeri entusiasmanti per la quinta edizione del Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop, che anche quest’anno vince la sua scommessa superando nettamente le cifre registrate nel 2014, grazie anche alla giornata in più che lo staff diretto da Antonio Mannino ha voluto regalare ai suoi fan.

Premiato l’impegno dell’organizzazione, che anche quest’anno è riuscita a portare a Catania ospiti di caratura internazionale ed editori leader nel settore del fumetto, del gaming e non solo.

La presenza di Rutger Hauer, guest star dell’evento, lancia Etna Comics verso il mondo finora inesplorato del cinema, ponendo la prima pietra per quello che potrebbe essere un nuovo punto di forza della kermesse.

Riyoko Ikeda, Masami Suda, Jill Thompson, Peter Milligan, Angelo Stano, Claudio Castellini e tanti altri hanno stregato tutti con il talento della loro matita.

Tutte le altre aree, dal Games al Videogames, dal Japan Center all’Altrimondi, dalle Mostre all’Area Junior, dalla Area Talent Scout all’Area Live, dall’Area Vintage all’Artist Alley, dalla Youtube Alley alla sezione per i doppiatori, hanno mostrato una crescita esponenziale rispetto agli anni precedenti, portando a Catania realtà inedite e molto apprezzate dai visitatori, che hanno invaso ogni angolo dei padiglioni del Centro Fieristico “Le Ciminiere”.

Di primissimo livello, come sempre, i concerti delle quattro serate, che quest’anno hanno visto salire sul palco dai Gem Boy ad Andrea Agresti e la sua DB Days Band, da Clara Serina e i Parimpampum alla stessa Riyoko Ikeda, nota anche come soprano, senza dimenticare la magia Disney regalata dai fratelli Aiello.

Immancabile il Cosplay Contest dell’ultima giornata, che ha visto trionfare nella categoria The Best Diana Consoli (nelle vesti di Arachne – Artbook Mystic Animism), a cui va un viaggio con relativo alloggio e pass full access per il San Diego Comic-Con 2016.

Risultati importanti anche dalla consueta asta di beneficenza, che quest’anno ha permesso di raccogliere 5445 euro, che saranno devoluti, nella misura del 30%, alla fondazione di Rutger Hauer per la ricerca contro l’AIDS e per il 70% al Comune di Catania per la realizzazione di una bambinopoli in uno dei quartieri della città.

Cifre importanti dunque per quella che si attesta ormai come una kermesse di prim’ordine nel panorama fumettistico nazionale, avendo fatto registrare su tutti i fronti risultati senza precedenti nella storia di questo Festival.

E c’è già chi, calendario alla mano, ha iniziato il count-down per la sesta edizione che, come annunciato ieri sera sul palco dallo stesso direttore Antonio Mannino, si snoderà ancora una volta in quattro intense giornate, dal 2 al 5 giugno 2016!

Antonio Costa
Giornalista pubblicista, sono cresciuto guardando Capitan Futuro, Jeeg Robot d’Acciaio, Goldrake, He-man e soprattutto Holly e Benji. Sono un gran patito di Monopoli e Scacchi. Laureato in Business Administration, quando non lavoro per Etna Comics, faccio il corrispondente da Catania per Radio Sportiva e calciomercato.com e il giornalista a Sestarete TV, ma anche il Responsabile Comunicazione dell’Orizzonte Catania e il portavoce di Paolo Pizzo.