Gualtiero Cannarsi

Gualtiero Cannarsi

Dialoghista
 

Gualtiero Cannarsi (Vasto, 27 dicembre 1976) è un dialoghista e direttore del doppiaggio italiano, attivo anche come traduttore dall’inglese, articolista e redattore di rivista, noto soprattutto per l’adattamento dei dialoghi italiani di prodotti di intrattenimento di matrice giapponese, in particolare dei film prodotti dallo Studio Ghibli. È anche conosciuto col nickname di Shito (dal giapponese 使徒, “apostolo”, termine tratto dalla serie Neon Genesis Evangelion). Cannarsi lavora dal 1996 come traduttore, adattatore dialoghista, direttore di doppiaggio, supervisore al doppiaggio e direttore di localizzazione per prodotti televisivi, home video e cinematografici, collaborando con aziende come la Columbia Tristar Italia, la Dynit, la Shin Vision, la Buena Vista Italia, la Lucky Red Distribuzione, la Fool Frame e la Dybex. Tra i suoi lavori, vi sono quelli relativi a opere dello studio Gainax come Neon Genesis Evangelion, FLCL, Punta al Top! GunBuster, Abenobashi – Il quartiere commerciale di magia, e la grande maggioranza dei film realizzati dallo Studio Ghibli, di cui Cannarsi è divenuto il responsabile artistico italiano a partire dalla distribuzione a opera della Lucky Red de Il castello errante di Howl, nel 2005, ruolo poi ufficializzato nel 2008. Nel 2010 viene designato quale curatore di una retrospettiva sullo Studio Ghibli nell’ambito della sezione “Occhio sul Mondo | Focus” del V Festival internazionale del film di Roma 2010. Nel 2012, Cannarsi veste ufficialmente anche i panni di doppiatore prestando la sua voce al personaggio di Toshiaki, nel film di Tim Burton Frankenweenie, uscito nelle sale italiane il 17 gennaio 2013, e quindi interpetando il ruolo di Soichi Katsuraga nel videogioco Lost Planet 3. Nel settore editoriale, ha collaborato a partire dal 1993 con riviste nazionali di settore in qualità di recensore, traduttore, articolista e editorialista, per la Granata Press, lo Studio Vit, la Dynamic Italia, la Shin Vision, la Nexta e la Hobby Media, per la quale scriveva sulla testata bimestrale Gamers in veste di esperto di retrogaming giapponese, soprattutto della console SNK Neo-Geo. Oltre all’attività in campo editoriale, nell’ambito dei videogiochi veri e propri ha curato, nel 2006, la localizzazione italiana di Final Fantasy IV Advance (Square-Enix), operando direttamente negli uffici centrali della software house produttrice a Tokyo, in Giappone.

Previous Yuriko Tiger
Next Walter Obert

About author

Dario Molino
Dario Molino 10 posts

Sviluppatore software con la passione smodata per gli oggetti tecnologici di qualsiasi natura, ad ogni nuova uscita la mia casa si trasforma in uno zoo pieno di scimmie. Appassionato di videogames, responsabile dell'omonima area, sono anche Webmaster del sito qui presente.