Con il suo tratto fortemente espressivo ha ammaliato chiunque, persino Federico Fellini che di lui scrisse: “Mi affascinano le sue prospettive, il modo in cui riesce ad esprimere attraverso le sue storie e i suoi personaggi il senso della malinconia, di qualcosa di fatale che incombe”.

Un talento e uno stile, quello di Danijel Žeželj, che dal 7 al 9 giugno i visitatori di Etna Comics potranno apprezzare allo stand della CArt Gallery dove l’artista croato, autore di numerosi graphic novel e film d’animazione, considerato da molti uno dei migliori artisti viventi, porterà la sua grande originalità e competenza.

Dalla Croazia agli Stati Uniti, dall’Inghilterra alla Francia, dall’Italia alla Grecia. E ancora, dalla Svezia al Brasile, dal Sudafrica all’Argentina, dalla Slovenia alla Svizzera, dalla Germania alla Spagna. I suoi fumetti, libri e illustrazioni hanno fatto il giro del mondo.

Ha pubblicato ed esposto per il New York Times, Marvel Comics, Washington Chronicle, DC Comics, the San Francisco Guardian, Harper’s Magazine, Dark Horse, l’Espresso, Il Grifo, De Agostini, Image Comics, Dargaud, Editions Mosquito, Hazard Edizioni Eris Edizioni ed altri ancora.

È stato il primo fumettista ad avere una mostra personale all’Isabella Stewart-Gardner Museum di Boston.

In Italia, con i suoi romanzi a fumetti e storie brevi, è diventato punto di riferimento per un pubblico esigente. Per Il Grifo, rivista fondata da Vincenzo Mollica in collaborazione con Federico Fellini, ha pubblicato Sophia, Sun City, Rex.

Artista poliedrico, esplora le contaminazioni tra fumetti e nuove tecnologie. È così che dal 1997 mette in scena performance multimediali nelle quali combina live painting a musica dal vivo.

Nel 2000 realizza per Nike lo spot pubblicitario S.P.Q.R., un apocalittico corto di animazione ambientato nella Roma del 3001, fra terremoti, rivoluzioni e cyber calciatori resi invincibili dall’innesto del DNA di grandi campioni del passato, cioè del nostro presente.

Lo spot, doppiato tra gli altri da Francesco Totti, si aggiudicherà “Il galà della pubblicità” per la miglior realizzazione.

È il 2001 quando a Zagabria fonda la casa editrice e laboratorio grafico Petikat insieme a Boris Greiner e Stanislav Habjan.

Recentemente, grazie alla Eris edizioni, ha presentato il primo volume della serie Days of Hate, realizzato in coppia con lo sceneggiatore Ales Kot.

Con Danijel Žeželj potrete immergervi in una dimensione “sospesa tra il quotidiano e la visione, tra la favola e la realtà all’eccesso, in cui – come scrisse Fellini nell’introduzione al graphic novel Il Ritmo del Cuore – citazioni fiabesche vengono calate in viscerali realtà metropolitane, nelle quali convivono luce e buio, vita e morte, presenza e assenza”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here