Ha esordito nel mondo del fumetto lavorando al soggetto di una storia lunga di Martin Mystère, insieme a Michelangelo La Neve e Stefano Santarelli, dal titolo Gli uomini del blues sui numeri 261 e 262.

È stato cofondatore della casa editrice Montego insieme a Marco Marini, Franco Urru, Mauro Uzzeo ed Emiliano Mammucari e proprio sui disegni di quest’ultimo ha pubblicato la graphic novel Povero Pinocchio – storia di un bambino di legno, rivisitazione del romanzo di Collodi, e Il Dono Nero, una miniserie di tre numeri su un vampiro romano contemporaneo.

Sono i primi passi di Alessandro Bilotta, autore di indubbio talento che potrete incontrare durante la nona edizione di Etna Comics!

Scrittore, sceneggiatore e fumettista, ha conquistato numerosi riconoscimenti nell’arco della sua carriera: dal Premio Fumo di China, nel 2001, nelle categorie “miglior nuovo autore di fumetto realistico” e “miglior personaggio” con Le strabilianti vicende di Giulio Maraviglia – inventore, al primo Premio Micheluzzi, conquistato nel 2006, come “miglior sceneggiatura per una serie realistica” con La Dottrina, graphic novel ambizioso e futurista, entrambi per i disegni di Carmine Di Giandomenico.

L’anno seguente l’esordio su Dylan Dog, con l’episodio Cuore di zombi, disegnato da Daniele Bigliardo e pubblicato nel 2007 sul Gigante numero 16, e subito dopo la serie Valter Buio, ideata e scritta per Star Comics, con cui nel 2010 vinse il Premio Romics/Repubblica XL come “Personaggio italiano dell’anno”.

Il lato oscuro della luna e Nobody gli porta, nel 2014, un altro Premio Attilio Micheluzzi e un premio ANAFI, entrambi come “miglior sceneggiatore”.

Con il personaggio Mercurio Loi, nel maggio 2017, l’esordio in edicola come serie di sedici episodi, aggiudicandosi tutti i premi del settore: U Giancu, Micheluzzi, ANAFI, Boscarato, Gran Guinigi e Romics d’Oro. Un caso unico nella storia del fumetto italiano di cui potrete conoscere i dettagli durante Etna Comics 2019!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here