È stato definito dal celeberrimo sito web Gamespot uno dei videogiochi più spaventosi di sempre. La rivista americana GamersDecide lo ha inserito fra i migliori 15 “indie” (produzione indipendente) di tutti i tempi.

Remothered: tormented fathers rientra nel cosiddetto filone dei survival horror e dal suo esordio ha riscontrato un successo sempre crescente con un consenso che si allarga ormai a livello mondiale.

Il tutto muove i suoi primi passi proprio nella città dove Etna Comics è nata. E dove è nato Chris Darril, pseudonimo di Mario Christopher Darril Valenti, l’ideatore del videogioco. Un talento che il nostro festival, come da consuetudine, accoglie per esaltare le professionalità locali apprezzate ovunque.

La trama del gioco è incentrata sulla figura di Rosemary Reed, un’affascinante donna di 35 anni, che giunge nella casa di un notaio in pensione, il dott. Felton, affetto da una misteriosa malattia. La donna è accolta dalla signora Gloria, l’infermiera che si prende cura dell’anziano. Quando Rosemary rivela sé stessa e le sue vere intenzioni, inizia il gioco e un indicibile orrore… Le indagini di Rosemary la porteranno a credere che la scomparsa di Celeste, la figlia dell’uomo, nasconda in realtà un terribile massacro. Il dottor Felton e sua moglie, Arianna, potrebbero essere gli unici a sapere la verità, compreso il segreto dietro la vera identità di Celeste e del fanatico culto delle monache di clausura in rosso.

Il videogioco ha conquistato anche il celebre Keiichiro Toyama, autore dello storico videogame Silent Hill e tra i super ospiti di Etna Comics.

Insieme a Chris Darril saranno i protagonisti dell’imperdibile conferenza “I due volti del Survival Horror: oriente ed occidente” che si terrà sabato 8 giugno alle ore 12:00 nella sala eSports, al primo piano del padiglione C1.

Al piano terra del padiglione C1 vi attendono invece le incredibili grafiche del videogioco per scoprire qualcosa in più di ciò che succede all’interno dell’inquietante dimora del dottor Felton…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here