Alex Maleev

    639
    Alex Maleev
    Fumettista
     

    Classe ’71, nato a Sofia, ha fatto la sua prima incursione nel fumetto in Bulgaria per Godan e Carthel of Dead, pubblicati sulla rivista Riko rispettivamente dal 1991 e 1992. Arrivato negli Stati Uniti nel 1995, già all’inizio del 1996 si assicura un lavoro nel mondo dei comics su The Crow (Dead Time and Flesh and Blood) di James O’Barr e successivamente lo storyboarding del film “Lost in Space”, prima di entrare con successo in DC Comics su Batman: No Man’s Land.
    Ha collaborato per la prima volta con Bendis in Sam and Twitch di Todd McFarlane nel 2000-2001, prima che entrambi venissero reclutati per Daredevil. Insieme allo scrittore statunitense ha dato vita ad  uno dei migliori cicli di tutti i tempi.
    Nel 2006, terminata la run sul Diavolo di Hell’s Kitchen, pianifica subito una nuova collaborazione con Bendis per la serie Spider-Woman.
    Nel 2011 la fortunata coppia rilancia anche la testata Moon Knight: 12 capitoli dal sapore noir, passati a scorrazzare tra night club e ospedali, in cui il protagonista si contorce in una realtà sempre più deformata dalla sua stessa malattia mentale.
    Nel 2015, con ai testi Charles Soule, dà vita alla miniserie Lando, una delle più apprezzate dell’universo Star Wars del nuovo millennio.
    Nel 2016 è alle prese con un nuovo titolo legato al rilancio del “Marvel Now!” Si tratta di Infamous Iron Man, con protagonista assoluto Victor Von Doom.
    Nel 2018 torna su Scarlet, il fumetto indipendente per l’etichetta Jinxworld.
    Sua anche una delle storie storie brevi dedicate all’uomo pipistrello e raccolte nel volume celebrativo Detective Comics 1000, di prossima uscita in occasione degli 80 anni di Batman.